Questo sito utilizza cookie di profilazione di altri siti per inviarti messaggi pubblicità in linea con le tue preferenze. Questo sito utilizza servizi di statistiche esterni alla struttura. I servizi di statistiche utilizzano cookie per elaborare i propri dati. L'utente può disattivare i cookie modificando le impostazioni del browser. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su Informativa estesa. Continuando ad utilizzare il nostro sito accetti l'uso dei cookie e il trattamento dei dati secondo il GDPR. 

porto di TrapaniLa città di Trapani presenta numerose emergenze architettoniche. Il centro storico è ricco di Chiese e palazzi e, l'area del porto, ha di recente conosciuto una risistemazione in seguito alle esigenze correlate all'evento delle regate di Coppa America, svoltesi proprio qui, nel 2005. Come avviene spesso in molte città scelte come sede di importanti eventi sportivi, i restauri delle principali opere architettoniche si sono moltiplicati ed oggi forniscono l'idea di una Trapani rinnovata sia culturalmente che sotto il punto di vista dell'immagine. Una breve sintesi delle architetture storiche della città è utile per comprendere come Trapani sia stata un importante punto di riferimento nel corso dei secoli.

Il Santuario dei Carmelitani è stato costruito all'inizio del XIV sec, e nel corso del XVIII sec. trasformato ed ampliato. La facciata, originale, è ornata da un portale gotico-chiaramontano sovrastato da un bellissimo rosone. Sul lato sinistro, la Cappella dei Marinai del XVI sec., in tufo, è una graziosa costruzione rinascimentale sormontata da una cupola. Palazzo Ciambra è un bel palazzo in stile plateresco del XVI sec. con conci a punta di diamante che sottolineano le aperture e ornano il lato frontale della torre.

Da visitare anche S. Maria del Gesù che risale agli inizi del '500 e possiede un bel portale in stile catalano e. S. Agostino edificata nel '300, rosone e il portale in stile gotico ancora originali dopo i danni subiti nel corso della II guerra mondiale. Davanti alla chiesa, la fontana di Saturno venne costruita nel 1342 per commemorare la costruzione di un acquedotto.

L'antica via Garibaldi, è fiancheggiata da palazzi e chiese settecenteschi tra cui emergono Palazzo Riccio di Morana, coronato da statue, Palazzo Milo e S. Maria del Soccorso che conserva, all'interno, un arredo barocco a marmi policromi e due ricchissime cantorie sorrette da angeli. Notevoli, poco distante, anche Palazzo Fardella di Mokarta la cui corte è racchiusa da un portico ed una loggia ad archi a tutto sesto e Palazzo Melilli con un portale del XVI sec.

La Cattedrale dedicata a S. Lorenzo, è stata edificata nel Seicento su un precedente edificio trecentesco. La facciata, di epoca successiva (1740) è un bell'esempio di barocco. All'interno sono conservati dipinti di mano fiamminga quali la Natività seguita dalla Crocefissione e la Deposizione.
Palazzo Cavarretta ha una ricca facciata è su due ordini scanditi da colonne e statue ed è coronata da due grandi orologi. Accanto si trova la torre dell'orologio di origini duecentesche.

Paola Campanella