Questo sito utilizza cookie di profilazione di altri siti per inviarti messaggi pubblicità in linea con le tue preferenze. Questo sito utilizza servizi di statistiche esterni alla struttura. I servizi di statistiche utilizzano cookie per elaborare i propri dati. L'utente può disattivare i cookie modificando le impostazioni del browser. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su Informativa estesa. Continuando ad utilizzare il nostro sito accetti l'uso dei cookie e il trattamento dei dati secondo il GDPR. 

Arte Contemporanea

Codici comunicativi

Sappiamo che ogni messaggio visivo possiede una sua struttura, dove sono organizzati i segni. Tali segni posseggono una “forma”, generalmente indicata come SIGNIFICANTE, e un contenuto, generalmente indicato con il termine SIGNIFICATO.
A strutturare tali segni sono una serie di regole che tecnicamente sono chiamati CODICI. Pertanto comprendere, o effettuare una “lettura” di un testo visivo, presupporrebbe la conoscenza dei codici visivi.
Il linguaggio visivo usa una organizzazione di segni che determinano un codice comunicativo, che, per funzionare e veicolare il messaggio tra emittente e ricevente, ha bisogno di essere conosciuto da entrambi.