Questo sito utilizza cookie di profilazione di altri siti per inviarti messaggi pubblicità in linea con le tue preferenze. Questo sito utilizza servizi di statistiche esterni alla struttura. I servizi di statistiche utilizzano cookie per elaborare i propri dati. L'utente può disattivare i cookie modificando le impostazioni del browser. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su Informativa estesa. Continuando ad utilizzare il nostro sito accetti l'uso dei cookie e il trattamento dei dati secondo il GDPR. 

foce del fiume CassibileLa provincia di Siracusa, delimitata a Nord dalla piana di Catania, ad Est e a Sud dal mar Ionio e ad Ovest dalla barriera naturale dei monti Iblei, possiede un litorale che contrasta, per il colore bianco, con le scure rocce eruttive della provincia di Catania. Il paesaggio è vario; ad un breve tratto di costa bassa e sabbiosa succede una costa a tratti alta e rocciosa fino ad Avola, propaggine del tavolato degli Iblei. Nella parte più meridionale, che scende ad una latitudine inferiore a quella della città di Tunisi, la costa appare piatta e rocciosa. I corsi d'acqua del Tellaro e dell'Anapo, che scendono dalla sommità degli Iblei verso la costa, erodendo il calcare, hanno aperto valli dalle pareti a strapiombo, chiamate "cave" (come Cava Grande e Pantalica), che si sono venute configurando quali gole dall'aspetto imponente simili a canyon. Il fiume Cassibile offre scenari incantevoli. Alla foce, dove l'acqua del fiume si incontra con quella del mare, non è inusuale osservare effetti di colore straordinari. La foce del fiume è spesso meta di pescatori che amano soffermarsi sulle sue sponde anche solo per godere delle bellezze naturali del luogo. Altri interessanti dintorni sono le spiagge di Fontane Bianche, amena località turistica presso Siracusa e il mare della zona di Ognina, limpido e trasparente.

Paola Campanella