Questo sito utilizza cookie di profilazione di altri siti per inviarti messaggi pubblicità in linea con le tue preferenze. Questo sito utilizza servizi di statistiche esterni alla struttura. I servizi di statistiche utilizzano cookie per elaborare i propri dati. L'utente può disattivare i cookie modificando le impostazioni del browser. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su Informativa estesa. Continuando ad utilizzare il nostro sito accetti l'uso dei cookie e il trattamento dei dati secondo il GDPR. 

Palazzo Steripinto

Palazzo Steripinto: veduta prospettica dalla via Pietro GerardiLo Steripinto rappresenta uno dei monumenti più importanti di Sciacca per via del suo particolarissimo aspetto esterno caratterizzato dalla particolare forma dei conci, in tufo arenario, lavorati a punta di diamante. La mole squadrata ed il coronamento merlato suggeriscono inoltre l'immagine di una fortezza, per cui il nome dato all'edificio, Steripinto, (da hosterium pinctum che significa palazzo fortificato ornato), appare sintetizzarne le caratteristiche principali.
Nei capitelli delle colonnine delle bifore, che arricchiscono la facciata dell'edificio, sono impressi gli stemmi della famiglia Noceto, che volle la costruzione di questo palazzo nel 1501. Successivamente la proprietà passò alla nobile famiglia dei Lucchesi, di cui è rimasta testimonianza nello stemma posto sul portale d'ingresso.