Questo sito utilizza cookie di profilazione di altri siti per inviarti messaggi pubblicità in linea con le tue preferenze. Questo sito utilizza servizi di statistiche esterni alla struttura. I servizi di statistiche utilizzano cookie per elaborare i propri dati. L'utente può disattivare i cookie modificando le impostazioni del browser. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su Informativa estesa. Continuando ad utilizzare il nostro sito accetti l'uso dei cookie e il trattamento dei dati secondo il GDPR. 

Pollina

nel Parco delle Madonie

PollinaLa torre del castello di Pollina edificato per volere dei Ventimiglia, ospitò lo scienziato Maurolico per l'osservazione delle stelle. Nella chiesa Madre di Pollina si possono ammirare alcune bellissime sculture del Gagini.
Pollina, oggi, oltre ad essere un centro noto sotto il punto di vista turistico lo è anche perché prosegue ancora la tradizione della coltura della Manna che è una sostanza zuccherina che si ottiene, in queste zone, dall'incisione dei rami del Frassino.
La raccolta della manna risale al tempo della dominazione Araba periodo in cui essi introdussero la coltura del Frassino, per sfruttarne, attraverso i derivati, le proprietà terapeutiche. La raccolta della Manna, che era prima molto diffusa in Sicilia, si esercita adesso solo a Pollina e a Castelbuono più per tutelare la tradizione come un patrimonio culturale che per trarne un vantaggio economico.