Questo sito utilizza cookie di profilazione di altri siti per inviarti messaggi pubblicità in linea con le tue preferenze. Questo sito utilizza servizi di statistiche esterni alla struttura. I servizi di statistiche utilizzano cookie per elaborare i propri dati. L'utente può disattivare i cookie modificando le impostazioni del browser. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su Informativa estesa. Continuando ad utilizzare il nostro sito accetti l'uso dei cookie e il trattamento dei dati secondo il GDPR. 

Castelbuono

nel Parco delle Madonie

CastelbuonoVeduta del Castello dei Ventimiglia del XIV sec.La fondazione di Castelbuono avvenne nel 1269 per opera di Alduino Ventimiglia che trasferì sul Colle di San Pietro gli abitanti di Fisauli, proprio dove sorgeva l'antico centro di Ypsigro.
Ypsigro aveva subito i disagi delle lotte che si erano svolte nelle Madonie, tra i Bizantini e i Musulmani per la supremazia dell'isola.
Nel 1316 inizia la costruzione del Castello, che, per il luogo ricco di "aria buona" in cui fu posto, fu determinante per la scelta del nome di Castelbuono.
Il Castello sorge all'estremità della collinetta sul dorso della quale si sviluppa la parte più antica di Castelbuono, dominando con la sua mole l'intero abitato. Una doppia gradonata, costruita nel XV sec. lo raccorda all'attuale piazzetta sottostante. Il castello contiene la preziosa Cappella di Sant'Anna, che venne trasformata con una fastosa decorazione barocca.
La Matrice Vecchia, del 1362, reca un campanile di stile romanico-gotico e sovrapposizioni stilistiche afferenti a epoche diverse; tra le opere che si trovano al suo interno si distingue per bellezza un polittico attribuito al figlio di Antonello da Messina, Antonello de Saliba. Molto belle anche la Matrice Nuova del 1600 e la chiesa di San Francesco, di origine tardomedievale, ricostruita come oggi la vediamo, nella seconda metà del '700.

Approfondimento >>