Questo sito utilizza cookie di profilazione di altri siti per inviarti messaggi pubblicità in linea con le tue preferenze. Questo sito utilizza servizi di statistiche esterni alla struttura. I servizi di statistiche utilizzano cookie per elaborare i propri dati. L'utente può disattivare i cookie modificando le impostazioni del browser. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su Informativa estesa. Continuando ad utilizzare il nostro sito accetti l'uso dei cookie e il trattamento dei dati secondo il GDPR. 

O

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Glossario - O

obiettivo standard
un'ottica caratterizzata da un angolo di campo e da una prospettiva molto simili a quelli dell'occhio umano. per le pellicole 35 mm. l'obiettivo standard è quello da 50 mm. di lunghezza focale. per il formato 6 x 6 il 'normale' è l'obiettivo da 80 mm.
ogiva
arco a sesto acuto, caratteristico dell'architettura gotica.
oleobromia
procedimento di stampa fotografica del 1907 rimasto in uso fino al 1930 il cui nome deriva dalla fusione della stampa originale e il pigmento oleoso. Esso prevedeva che la matrice argentica su carta al bromuro veniva immersa in un bagno particolare che nel far scomparire l'immagine, solidificava la gelatina grazie al bicromato di potassio, proporzionalmente alla quantità di argento dell'immagine. Poi questa veniva inumidita in modo da far assorbire acqua alla gelatina. sulla superficie veniva steso inchiostro litografico o grasso; nei chiari e nei mezzi toni dove la gelatina era ben impregnata, l'inchiostro non aderiva. successive passate di inchiostro steso a pennello permettevano di raggiungere l'effetto desiderato.
oleografia
procedimento di stampa che imita la pittura ad olio, eseguita su tela o su carta.
oleotipia
procedimento di riproduzione fotografica con inchiostro grasso, su carta gelatinata, preventivamente trattata con bicromato di potassio, utilizzato per lo più nella riproduzione di stampe artistiche; fu realizzato nel 1855.
olio
in arte indica la pittura nella quale il pigmento di base é mescolato con olio. Tipi di olio generalmente usati sono quelli del papavero, del lino, del noce, o gli oli minerali volatili o le sostanze vegetali (petrolio, trementina).
olografia
immagine tridimensionale, ottenuta mediante la sovrapposizione di onde luminose.
opere di urbanizzazione
si dividono in opere di u. primaria e secondaria. Le prime sono opere che rendono utilizzabile l'area ai fini dell'insediamento. Generalmente esse sono: spazi di sosta e parcheggio pubblico, fognature, rete idrica, rete di distribuzione dell'energia elettrica e del gas, pubblica illuminazione, spazi di verde attrezzato, impianti cimiteriali. Le opere di urbanizzazione secondaria invece sono asili nido e scuole materne, scuole dell'obbligo, mercati di quartiere, delegazioni comunali, chiese ed altri edifici per servizi religiosi, impianti sportivi di quartiere, centri sociali e attrezzature culturali e sanitarie, aree verdi di quartiere.
ortocromatica
si dice di emulsione sensibile al verde e al blu, ma non al rosso.
otturatore
è il dispositivo che determina la durata di esposizione del fotogramma alla luce. tale durata viene abitualmente misurata in frazioni di secondo, come 1/30, 1/125 o 1/2000.