Questo sito utilizza cookie di profilazione di altri siti per inviarti messaggi pubblicità in linea con le tue preferenze. Questo sito utilizza servizi di statistiche esterni alla struttura. I servizi di statistiche utilizzano cookie per elaborare i propri dati. L'utente può disattivare i cookie modificando le impostazioni del browser. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su Informativa estesa. Continuando ad utilizzare il nostro sito accetti l'uso dei cookie e il trattamento dei dati secondo il GDPR. 

D

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Glossario - D

dagherrotipo
immagine fotochimica unica su lastra di rame o positivo diretto con destra e sinistra invertite rispetto al soggetto. Già nel 1839 Daguerre aveva scoperto l'immagine latente sulle lastre di rame argentato (cm 16x21), che si rivelava ai vapori di mercurio; per ottenere un dagherrotipo il procedimento da seguire prevedeva in successione: la pulitura e lucidatura di una lastra di rame argentata; la sensibilizzazione della lastra per mezzo dei vapori di iodio, (questa operazione effettuabile all'interno di un'apposita scatola, serviva a formare un sottile strato di ioduro d'argento sulla superficie della lastra); lo sviluppo mediante vapori di mercurio riscaldato i quali, depositandosi sulle parti impressionate dalla luce, le rendevano chiare in campo scuro ed infine il fissaggio con iposolfito di sodio. Per ciò che riguarda le misure delle lastre usate esse erano standardizzate-cm. 21.5x16.5; 10.5x8; 7x5.5; 16x12; 8x7.
deambulatorio
porticato o corridoio coperto di forma circolare o semicircolare o con sviluppo longitudinale. Nelle chiese romaniche e gotiche era il prolungamento delle navate laterali oltre il transetto; esso consentiva l'accesso alle cappelle radiali.
destinazione d'uso
è la funzione di tipo urbanistico-economico assegnata ad un bene (edificio, opera od area).
diaframma
in fotografia è il meccanismo a lamelle all'interno dell'obiettivo la cui maggiore o minore apertura controlla la quantità di luce che raggiunge la pellicola.
diapositiva
immagine trasparenza fotografica positiva che si può montare su telaietto, generalmente a colori, da visualizzare con apposito dia-proiettore.
difesa idraulica
interventi e azioni tecniche come bonifica, manutenzione, ecc.. specialistiche aventi la finalità di difendere il territorio da allagamenti, ristagni e al fine di consentire l'utilizzo delle aree sia a fini residenziali che produttivi.
digitalizzare
operazione di conversione di un segnale analogico continuo in dati binari (digitali) discreti, che consistono in combinazioni codificate delle cifre zero e uno (sistema binario).
distanza tra i fabbricati
si intende la lunghezza del segmento minimo congiungente il corpo più sporgente del fabbricato, (esclusi gli aggetti delle coperture e degli elementi decorativi non superiori a m. 1,50 e gli aggetti dei balconi non superiori a m. 1,60), e l'edificio prospiciente.
distretti turistico-culturali
area territorialmente delimitata dotata di un'alta densità di risorse, sia culturali che ambientali, e di un adeguato livello di articolazione dei servizi rivolti all'utenza. Generalmente tali distretti si formano per operare interventi coordinati di valorizzazione e di gestione del flusso turistico nell'ottica di una fruizione del territorio in sintonia con le qualità ambientali e paesaggistiche. La loro costituzione pertanto mira ad esaltare le potenzialità di ogni singolo territorio orientando le proposte di valorizzazione delle risorse ambientali e culturali verso soluzioni che siano in armonia con le strutture economiche e sociali presenti su di un determinato territorio. Si tende anche a agevolare una “competitività turistica” del territorio con offerta di itinerari attrezzati, centri visita, punti informativi e servizi per l'accoglienza e intrattenimento dei visitatori. Affinché si formi un distretto occorre quindi veicolare gli attrattori turistico-culturali di un territorio verso un sistema di offerta integrato fra le risorse turistiche primarie, le infrastrutture che ne consentano una buona fruibilità, e tutto quel sistema di organizzazioni eroganti servizi culturali.
dpi
sta per dots per inch (punti per pollice). È l'unità di misura della risoluzione di stampanti e scanner (1 pollice = 2,54 cm).
duomo
generalmente rappresenta la chiesa principale di una città. Tuttavia non si deve intendere come “cattedrale” se non è sede vescovile.
duplicato
riproduzione ottenuta con procedimento fotografico di un negativo o di un diapositiva o comunque su pellicola trasparente.