Questo sito utilizza cookie di profilazione di altri siti per inviarti messaggi pubblicità in linea con le tue preferenze. Questo sito utilizza servizi di statistiche esterni alla struttura. I servizi di statistiche utilizzano cookie per elaborare i propri dati. L'utente può disattivare i cookie modificando le impostazioni del browser. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su Informativa estesa. Continuando ad utilizzare il nostro sito accetti l'uso dei cookie e il trattamento dei dati secondo il GDPR. 

Eventi

È in mostra “La ragazza con l'orecchino di perla” di Vermeer

La ragazza con l'orecchino di perlaQuando un attore ha un viso particolare, adatto al cinema, si dice in gergo che buca lo schermo. La sua presenza all'interno di un cast farà sì che il film avrà successo. Qualcosa di analogo succede oggi alle opere d'arte, e quando si organizza una mostra adesso si tiene conto del dipinto che “buca” per la sua potenza espressiva e, soprattutto, per la sua capacità di diventare una icona.
È il caso della Ragazza con il turbante di Vermeer, o meglio, La ragazza con l'orecchino di perla come è stato ribattezzato il dipinto grazie ad un film di recente produzione, ispirato al romanzo omonimo del 1999 di T. Chevalier, che vedeva la figura dell'artista Vermeer protagonista di una storia immaginata, in cui la ragazza ritratta aveva un ruolo centrale.
La luminosa perla del suo orecchino cattura la luce ed attira l'attenzione dell'osservatore costringendolo a riflettere sul fatto che la semplice ragazza, il cui viso è luminoso come quella perla, i cui lineamenti sono perfetti e adatti a ricevere un gioiello così prezioso, non poteva certo possedere un simile gioiello, che all'epoca era destinato ad una signora d'alto rango….
Dunque si tratta di un oggetto che se pure adatto alla sua innocente bellezza, lei in quel momento indossa per caso, come se il pittore le avesse consentito di indossarlo appositamente per ritrarla.

Il dipinto, ormai celebre, sarà oggetto di una mostra a Bologna dal 2 Febbraio 2014, e c'è da aspettarsi un gran successo di pubblico visto il recente interesse manifestato nei confronti di questo dipinto di piccole dimensioni ma di immensa intensità espressiva.