Questo sito utilizza cookie di profilazione di altri siti per inviarti messaggi pubblicità in linea con le tue preferenze. Questo sito utilizza servizi di statistiche esterni alla struttura. I servizi di statistiche utilizzano cookie per elaborare i propri dati. L'utente può disattivare i cookie modificando le impostazioni del browser. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su Informativa estesa. Continuando ad utilizzare il nostro sito accetti l'uso dei cookie e il trattamento dei dati secondo il GDPR. 

Dolci

Torta di mandorle e pistacchi

La torta di mandorle e pistacchi, rigorosamente di Bronte, che qui chiameremo torta Daniela, è la tipica torta tradizionale delle nonne nel periodo primaverile, diffusa specialmente nella Sicilia orientale. Gli ingredienti per 10 persone sono:
150 g di pistacchi di Bronte macinati, (50 g di pistacchi tritati a parte per la guarnizione)

250 g di mandorle macinate,
260 g di zucchero,
6 uova,
200 g di cedro candito,
125 g di pan grattato,
un cucchiaino di cannella in polvere,
30 g di burro.
zucchero a velo,
dodici mandorle intere pelate e roselline per uso alimentare.
Mescolare tre uova e quattro tuorli in un contenitore a sponde alte, incorporando un po' alla volta lo zucchero. Raggiunto un composto omogeneo, unire pistacchi e le mandorle macinati, il cedro candito tagliato a pezzettini, il pangrattato e la cannella. Montate a neve gli albumi da unire all'impasto mescolando delicatamente dal basso verso l'alto. Imburrare una teglia con il bordo sganciabile e rovesciatevi il composto. Cuocere in forno caldo, a 180°, per un'ora, poi lasciarlo raffreddare dopo averlo fatto scivolare in una superficie piana. Nel frattempo preparare la crema pasticcera per applicarla sulla superficie esterna della torta in uno strato sotile. Cospargere il bordo esterno e il centro della torta di pistacchi tritati e decorare con le mandorle e le roselline.

Tempo:

Torta di mandorle e pistacchi