Questo sito utilizza cookie di profilazione di altri siti per inviarti messaggi pubblicità in linea con le tue preferenze. Questo sito utilizza servizi di statistiche esterni alla struttura. I servizi di statistiche utilizzano cookie per elaborare i propri dati. L'utente può disattivare i cookie modificando le impostazioni del browser. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su Informativa estesa. Continuando ad utilizzare il nostro sito accetti l'uso dei cookie e il trattamento dei dati secondo il GDPR. 

Pachino

Nome Abitanti: pachinesi
Popolazione (2011): 22.068
CAP: 96018
Provincia: Siracusa (SR)
Codice Istat: 089014
Codice Catastale: G211
Coordinate GPS (Lat Lng): 36.7120, 15.0925
Altitudine (m. s.l.m.): 65
Patrono: Madonna Assunta
Giorno festivo: 15 agosto
Altre informazioni


Mappa di Pachino

Isola di Capo PasseroIl "Promontorium Pachyni”, deriva da Pachum che significa “abbondanza di Vento”. Il vento a cui si fa riferimento è ancora quello che oggi alimenta le frequenti mareggiate che fanno del Promontorio di Pachino, una delle zone più pericolose per la navigazione della Sicilia; in questo mare infatti si incontrano il mar Jonio e il Mediterraneo. Il territorio di Pachino ha una storia millenaria che affonda le sue radici nella preistoria.
Le grotte di Corruggi e Calafarina, in direzione del borgo marinaro di Marzamemi, ne sono una testimonianza. La vicina isola di Capo Passero è stata collegata alla terraferma in epoca antica e successivamente, per abrasione della duna, si è avuta la definitiva separazione dalla terraferma. Il Comune di Portopalo di Capo Passero, centro balneare di circa 3500 abitanti, situato di fronte all'isola di Capo Passero, è di recentissima fondazione essendo stato costituito il 1° marzo 1975 con parte del territorio del comune di Pachino.
MazrzamemiCentro più meridionale della penisola italiana, offre un incantevole palcoscenico sul mediterraneo; i suoi abitanti oltre alle attività connesse al turismo praticano anche la pesca e l'agricoltura (famosissimi sono i pomodorini pachino che si esportano in tutto il mondo). Portopalo è sede di un grande complesso di archeologia. L'antico porto fu un importante centro di riferimento geografico per il transito delle navi in direzione dell'Africa.
Nel 1718 una grande battaglia tra inglesi e spagnolismi svolse in queste acque che conobbero anche lo sbarco anglo-americano. La tonnara di Capo Passero costituisce uno splendido monumento di archeologia industriale: qui giungevano i tonni che, prima macellati e poi lavorati, costituirono nel corso dei secoli una importantissima risorsa economica per tutta la popolazione del luogo.
MarzamemiLa vicina Marzamemi è un borgo marinaro esistente già al tempo della dominazione araba in Sicilia, e rappresenta l'unico centro urbano dell'isola costruito attorno all'attività della pesca al tonno. Il complesso di casupole in cui vivevano i "tonnaroti", il palazzo del principe e la chiesetta sono ancora visibili. Alla fine del XIX secolo il nucleo fu ampliato con la costrizione degli stabilimenti per la lavorazione e l'inscatolamento del pescato. Sebbene la tonnara non sia più in attività, a Marzamemi é ancora viva la tradizione marinara ed il pesce viene lavorato e conservato secondo metodi artigianali.
La Tonnara di Marzamemi, venne potenziata nell'anno 1752 dal Principe di Villadorata di Noto che costruì il Palazzo e la chiesa Padronalee riattivò le casette dei tonnatori. Le importanti emergenze di carattere storico-architettonico della borgata di Marzamemi hanno fatto sì che venisse sottoposta a vincolo.

Paola Campanella