Questo sito utilizza cookie di profilazione di altri siti per inviarti messaggi pubblicità in linea con le tue preferenze. Questo sito utilizza servizi di statistiche esterni alla struttura. I servizi di statistiche utilizzano cookie per elaborare i propri dati. L'utente può disattivare i cookie modificando le impostazioni del browser. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su Informativa estesa. Continuando ad utilizzare il nostro sito accetti l'uso dei cookie e il trattamento dei dati secondo il GDPR. 

Corleone

Nome Abitanti: corleonesi
Popolazione (2012): 11.286
CAP: 90034
Provincia: Palermo (PA)
Codice Istat: 082034
Codice Catastale: D009
Coordinate GPS (Lat Lng): 37.81667, 13.3
Altitudine (m. s.l.m.): 550
Patrono: san Leoluca
Giorno festivo: 1º marzo
Altre informazioni


CorleoneSorge in una zona interna di montagna, posta a 542 metri sopra il livello del mare. Dal nome arabo “Qurlian”, Corleone, è un antico centro siculo-punico; il cui primitivo insediamento sorgeva sull'altipiano che domina l'odierno abitato. Fu fortezza bizantina e successivamente dominata dagli Arabi. Nel 1080 veniva conquistata dai Normanni e nel 1095 fu annessa alla diocesi di Palermo. Nel XIII secolo l'imperatore Federico II scacciò i Musulmani e ripopolò il paese con una colonia di Lombardi. Tra il 1440 ed il 1447 divenne un borgo feudale di proprietà di Federico Ventimiglia riscattando la sua libertà solo agli inizi del XVII secolo. La forma attuale del paese risale al XVI secolo.
Durante il XVII secolo, Corleone conobbe un periodo di grave crisi economica e produttiva, che sfociò in una emigrazione di massa durata quasi sino al secondo dopoguerra. Racchiusa da uno scenario naturale di grande effetto, offre un contesto ambientale di estremo interesse.come il Bosco della Ficuzza, Rocca Busambra e il Lago dello Scanzano e Le Gole del Drago.
Caratteristiche le Rocche Gemelle, Rocca Sottana con un eremo francescano, la Cascata delle Due Rocche e Rocca Soprana sulla cui sommità si trova l'antica torre saracena. Corleone è detta "la Città regia dalle Cento Chiese", spiccano fra queste la Chiesa Madre fondata intorno all'anno 1000, al suo interno pregevoli opere d'arte; Chiesa di S.Domenico, esempio di architettura barocca, la Chiesa del Carmine del XV secolo con affreschi settecenteschi; la Chiesa di S. Rosalia con opere di Giuseppe Velasquez e Vito D'Anna; la Chiesa di S. Agostino del 1300 al cui interno si trovano notevoli opere d'arte del XVII secolo tra cui un S. Bartolomeo del Ribera.
La Chiesa di S.Rosalia risalente al XVII secolo e la Chiesa di Sant'Andrea, che secondo la tradizione fu ricostruita sui ruderi di un'antica moschea. Corleone oggi si rilancia con iniziative che mirano al recupero di una immagine che si ricolleghi alle numerose risorse culturali e ambientali del suo territorio.

Paola Campanella


Mappa di Corleone