Questo sito utilizza cookie di profilazione di altri siti per inviarti messaggi pubblicità in linea con le tue preferenze. Questo sito utilizza servizi di statistiche esterni alla struttura. I servizi di statistiche utilizzano cookie per elaborare i propri dati. L'utente può disattivare i cookie modificando le impostazioni del browser. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su Informativa estesa. Continuando ad utilizzare il nostro sito accetti l'uso dei cookie e il trattamento dei dati secondo il GDPR. 

Panelle - Cazzilli

Le panelle, sono un elemento tipico delle friggitorie palermitane. Fanno buona compagnia alle crocchette di patate, i cosiddetti "cazzilli". Gli ingredienti sono farina di ceci, se si vuole del prezzemolo tritato ed olio di oliva. A Palermo si usa mangiarle all'interno di un panino morbido e rotondo, ma la panella è molto usata come antipasto presso le trattorie. Il procedimento è: - sciogliere in un tegame la farina di ceci nell'acqua fredda con la quantità necessaria per ottenere un impasto denso; cucinare a fuoco basso, mescolando spesso con un cucchiaio di legno, fino a quando la pasta avrà una raggiunto una consistenza densa ma cremosa. Versare il composto su un piano e spianarlo, provando a ottenere uno spessore di circa tre millimetri. Lasciare raffreddare e ritagliare le panelle nella forma preferita -generalmente è rettangolare. In certi casi qualcuno ha ideato un metodo casalingo che consiste nell'inserire l'impasto in una latta vuota, tagliata in sommità, sicché dopo che si sarà freddato l'impasto lo si potrà estrarre e, il cilindro ottenuto si potrà tagliare a fette, ottenendo panelle circolari, di ugual dimensione. Altro metodo è mettere l'impasto in alcuni piattini da caffè, e poi staccarle. Qualunque sia il procedimento utilizzato per realizzare la singola panella, di seguito si faranno riposare qualche oretta le panelle ottenute prima di friggerle. La frittura si esegue in abbondante olio bollente. Successivamente si potranno salare in superficie q.b.