Questo sito utilizza cookie di profilazione di altri siti per inviarti messaggi pubblicità in linea con le tue preferenze. Questo sito utilizza servizi di statistiche esterni alla struttura. I servizi di statistiche utilizzano cookie per elaborare i propri dati. L'utente può disattivare i cookie modificando le impostazioni del browser. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su Informativa estesa. Continuando ad utilizzare il nostro sito accetti l'uso dei cookie e il trattamento dei dati secondo il GDPR. 

La valle dei templi

valle dei templiLa valle dei templi rappresenta il sito archeologico più importante e noto della Sicilia. È stato ampiamente oggetto di numerose polemiche relativamente alla dissennata politica edilizia che si è perpetrata per anni intorno ad esso …. L'abusivismo edilizio che purtroppo ha caratterizzato quest'area per anni non si può certo negare, ma c'è comunque da dire che la valle al suo interno si è preservata integra anche perché la Regione siciliana ha sempre tenuto a conservare questi gioielli archeologici per le future generazioni, e, anche se il paesaggio intorno è in parte disturbato da alcuni scriteriati interventi edilizi, il sito è tutelato nella sua globalità. Le più note ed importanti presenze architettoniche della valle sono: il Tempio di Giove Olimpico; il Santuario di Demetra e Kore; il Tempio dei Dioscuri, il bellissimo Tempio della Concordia e il Tempio di Giunone Lacinia.

  • Il tempio di Giove Olimpico

Pseudoperiptero esastilo, lungo 112,60 mt. E largo 56,30 ha il peristilio sostituito da un muro. Tale muro, all'esterno presenta delle mezze colonne, 14 nei lati lunghi e sette nei brevi, alte 17 mt. All'interno era suddiviso in tre parti da due file di pilastri a sezione quadrata. Anche la cella era suddivisa in tre parti e la parte centrale era probabilmente a cielo aperto. Le proporzioni di questo tempio ne fanno uno dei maggiori edifici dell'architettura greca. Ricopre infatti un'area complessiva di ben 7000 mq. La costruzione risale al 480 a.C. dopo la vittoria di Imera. Sembra dalle testimonianze storiche che rimase incompiuto. Di questo tempio ammiriamo solo le rovine… Grande è la suggestione nel vedere riconoscibili i rocchi delle colonne rovesciate. I telamoni, alti oltre sette mt.sono colossali figure umane che erano destinate a sorreggere anch'essi la struttura. Ancora oggi si ipotizza la precisa collocazione di questi giganti di pietra. È possibile ammirare la ricostruzione dei pezzi originali di uno di essi al museo archeologico di Agrigento. tempio della concordiaIl Tempio della Concordia risale alla metà del V sec. A.C. ed è sicuramente il più noto di tutta la valle. E' uno dei templi greci meglio conservati ed è di tipo dorico. La posizione e il colore dorato della pietra di cui è costituito, conferiscono al tempio una bellezza incomparabile. È periptero esastilo lungo 39,44 mt. E largo 16, 90 mt. Di 6 colonne x 13. Le 34 colonne presentano ciascuna 20 scanalature. Presenta accorgimenti ottici che lo rendono visivamente più armonioso, come la variazione di distanza degli intercolumni (che si restringono dal centro ai lati). La cella del tempio ha pronao ed opistodomo in antis.Alla fine del VI sec. D.C. fu adibito a Chiesa Cristiana (la Chiesa di S. Gregorio) e così, -anche grazie a questo evento- si mantenne fino al 1748. Dopo tale data si restituì alla forma originaria, tranne che per le parti definitivamente trasformate, -come le 12 arcate aperte nei muri della cella-.

 

Foto ad alta definizione della Valle dei Templi

Visita il Parco Archeologico con Street View

 

Altri importanti monumenti rappresentativi sono:

 

  • il Tempio dei Dioscuri di cui ammiriamo soltanto 4 colonne della parte N-O, come parziale ricostruzione eseguita nell'800, era un tempio periptero esastilo con 13 colonne sui lati lunghi.
  • il Santuario di Demetra e Kore
  • Tempio di Giunone Lacinia

Paola Campanella